Gli adolescenti hanno disturbi del sonno? Iniziamo dagli smartphone.

Sonno dei ragazzi adolescenti e smartphone
I ragazzi in età adolescenziale utilizzano costantemente smartphone e dispositivi tecnologici, anche prima di andare a dormire. Che conseguenze ha questo sul loro riposo?
Cosa trovi in questo articolo

Smartphone e insonnia: ecco perché sono collegati

I ragazzi in età adolescenziale sono letteralmente legati ai loro smartphone, lo sappiamo.
Per loro, avere in mano un telefono è naturale ed essenziale nelle proprie giornate.
Non siamo esperti di psicologia comportamentale e quindi non parleremo qui di dipendenza da smartphone, ma ci interessa molto analizzare il collegamento tra uso continuativo dello smartphone e disturbi del sonno tra gli adolescenti.

Perché l’uso di dispositivi elettronici come i moderni smartphone possono influire sul buon riposo dei ragazzi?
E quando e perché questo dovrebbe preoccuparci?

La luce blu degli schermi degli smartphone e le sue conseguenze sul benessere

Gli smartphone hanno fatto il loro ingresso più “sostanzioso” nella nostra quotidianità solo negli ultimi 15 anni circa.
Questo vuol dire che per il nostro organismo,  a livello evoluzionistico, sono ad oggi una grande novità.
Cosa significa questo?

La luce blu e le conseguenze sugli occhi dei ragazzi

La luce blu emessa dagli schermi degli smartphone rientra nello spettro naturale cui siamo esposti da sempre, ma non nella quantità a cui siamo sottoposti da quando utilizziamo gli smartphone.
La durata dell’esposizione e la quantità di luce blu emessa da questi schermi sono, infatti, assolutamente sproporzionati rispetto al passato.
Essendo però una novità, come dicevamo, non ci sono a oggi chiare le conseguenze che questo può avere sulla vista delle persone. Alcuni studi in corso stanno analizzando possibili conseguenze nocive sulla retina e un  legame con la sua degenerazione maculare precoce.

Come gli smartphone disturbano il sonno

Al di là di questo, però, è noto che gli smartphone utilizzati con continuità abbiano effetti precisi sul nostro ciclo sonno/veglia, perché la luce blu sopprime la produzione di melatonina, un ormone indispensabile per la regolazione del sonno.

Gli adolescenti in particolare sono soliti utilizzare lo smartphone fino a poco prima di andare a letto, e anche mentre sono a letto, prima di addormentarsi, magari a luci spente, con solo lo schermo a illuminare la stanza.
Questo è assolutamente  inconsueto per l’organismo umano, che recepisce l’input come uno stimolo a restare all’erta. E quindi inibisce la produzione degli ormoni che stimolano il sonno.
Le conseguenze sono difficoltà ad addormentarsi (e quindi riduzione delle ore di sonno rispetto a quelle necessarie) e risvegli più frequenti.

Scegli SWITCH®️
L'unico materasso di cui avrà bisogno per crescere
brevettato

L'uso smodato dei cellulari e la F.O.M.O.

La F.O.M.O. (Fear Of Missing Out) è una forma di ansia sociale relativamente recente, nata proprio a seguito della nostra condizione iperconnessa con gli altri e con gli eventi che ci circondano.
Si concretizza in una paura costante di “perdersi qualcosa di importante”, di essere esclusi da eventi e occasioni di interesse comune.
Gli smartphone e i social network hanno ampliato enormemente questo fenomeno, allungando i tempi di utilizzo dei dispositivi interconnessi e dei sistemi di comunicazione digitale.

Anche prima di andare a dormire, i ragazzi controllano i loro feed e le loro bacheche, interagiscono su WhatsApp, rispondono a commenti e messaggi, verificano le interazioni sui propri post, come continui “controllori” del proprio successo sociale.

È facile capire come questa condizione possa essere ansiogena, fautrice di paure e stress e come possa risucchiare energie.

Anche prima di andare a dormire, infatti, la mente dovrebbe distendersi, rilassarsi, con attività tranquillizzanti o creative, in generale genuinamente piacevoli.
La corsa alla performance e all’interazione costante, invece, non possono che avere conseguenze poco rilassanti e creare un circolo vizioso di sensazioni spiacevoli che disturbano il riposo e impediscono di essere davvero performanti il giorno dopo.

Le conseguenze della mancanza di sonno sui ragazzi

Per i ragazzi in crescita, la mancanza di sonno o il sono disturbato sono deleteri.

Ecco solo alcune dei sintomi di un sonno insufficiente:

  • Problemi di attenzione a scuola
  • Impulsività incontrollata
  • Sonnolenza e bassa energia durante le ore mattutine (che dovrebbero esser le più “reattive”)
  • Scarsa regolazione dell’umore (spesso turbato e “lunatico”)
  • Diminuzione delle abilità sociali, a volte isolamento
  • Fare sonnellini anche quando non è più ordinario farne (oltre i 5 anni)
  • Difficoltà ad alzarsi dal letto la mattina
  • Affaticamento costante


Non è assolutamente detto che l’uso serale dello smartphone sia la sola causa di eventuali disturbi del sonno o dell’umore o delle capacità cognitive dei ragazzi, ma è di certo poco raccomandabile, come abbiamo visto, farne un uso costante e regolare dopo le 21. 

Riposo degli adolescenti e smartphone: chiedi all'esperto

Leggi anche...

Chi Siamo

Abbiamo dato vita al materasso per bambini SWITCH®️: il primo e ultimo
materasso di cui avrai bisogno per farli crescere.

Un materasso pensato e progettato per bambini, che li accompagnerà e sosterrà dai primi anni
fino a quando diventeranno ragazzi.

Dai loro primi sonni in solitaria alle loro avventure scolastiche: SWITCH®️ sarà con loro, ogni notte.

Contattaci