info@materassoswitch.com

+39 011 28 67 88

Il sonno dei bambini: in cosa è diverso da quello degli adulti?

Il sonno dei bambini
In cosa differisce il sonno dei bambini da quello degli adulti? Quali sono gli errori di valutazione che i genitori fanno sul sonno dei bambini? Perché il sonno dei bambini è così importante e come puoi valutare se i tuoi figli hanno un buon sonno? Cerchiamo di dare risposte a tutte queste domande grazie alla nostra esperta di sonno infantile.

Cosa trovi in questo articolo

Importanza del sonno nei bambini

L’importanza del sonno nei bambini è provata scientificamente da ricerche e studi di diversa matrice.
La crescita può essere influenzata da molte variabili, tra le quali un corretto riposo trova un posto di rilevanza indiscussa, a causa dei molti processi fisiologici che ricorrono durante il sonno stesso e per la diretta conseguenza anche sulle attività diurne che una diversa qualità del riposo può avere.

L'ormone della crescita e il rapporto con il sonno

È durante il sonno che viene secreto l’ormone della crescita, particolarmente nella prima parte della notte che precede la mezzanotte.

Le funzioni dell’ormone dalla crescita (GH dall’inglese Growth Hormone), possono sintetizzarsi in:

  • Attivazione dei processi di crescita, in tutti gli organi;
  • Azioni sul metabolismo degli zuccheri (attività iperglicemizzante) e sul metabolismo dei grassi (riduzione dei grassi di deposito);
  • Sviluppo del cervello;
  • Riproduzione e rigenerazione cellulare;
  • Stimolazione del sistema immunitario.

Si definisce deficit di ormone della crescita (o deficit di GH) la riduzione o la completa assenza di produzione di questo ormone da parte della ghiandola ipofisi.
Ecco che il sonno nei bambini si delinea in tutta la sua importanza e per questo è necessario prestare massima attenzione alla qualità del riposo dei più piccoli.
Soffre di deficit di ormone della crescita all’incirca 1 bambino su 4000.
Cosa può comportare una riduzione del sonno eccessiva nei bambini?

L'importanza del sonno per la difesa immunitaria del bambino

Durante il sonno produciamo proteine essenziali per combattere malattie, infezioni e stress.
I neonati e i bambini piccoli che sono privati del sonno hanno 3 volte più probabilità di sviluppare, ad esempio, un raffreddore.

I neonati e i bambini che sono privati del sonno hanno livelli più elevati di cortisolo, adrenalina e glucosio, che possono contribuire a problemi cardiovascolari, diabete e obesità più avanti nella vita.

I bambini che non dormono adeguatamente, si trovano più spesso degli altri nella situazione di “attacco o fuga” che fa innalzare i livelli di stress nel bambino, creando squilibri ormonali significativamente più alti di altri.

Sonno dei bambini e influenze sull'alimentazione

Gli studi hanno dimostrato un legame significativo tra sonno e obesità.
I bambini stanchi, come gli adulti, bramano cibi ricchi di grassi e carboidrati e sono più sedentari; tuttavia, i bambini piccoli che sono stanchi spesso mangiano di meno. Il risultato è un’alimentazione meno equilibrata e potenzialmente scarsa.

Un legame, quello tra sonno e alimentazione nei bambini, che potrebbe apparire lontano, ma in realtà è una falsa convinzione.
Molto spesso i bambini che riescono a riposare meglio, hanno anche una migliore propensione ad approcciarsi al cibo con più serenità, perché non hanno bisogno di ricercare “fonti energetiche” semplici e appaganti per sopperire alla mancanza di riposo. Saranno più ricettivi alle proposte e meno nervosi nel momento della pappa.
Tutto questo ovviamente influisce direttamente sulla salute del piccolo.

Rapporto tra sonno e capacità motorie del bambino

Le capacità motorie inoltre migliorano con il sonno. I bambini che dormono meno di quanto dovrebbero di notte hanno più probabilità di sviluppare iperattività all’età di sei anni. Infatti il disturbo da deficit di
attenzione e iperattività è stato recentemente collegato alla privazione del sonno nei primi anni del bambino.

Quando i neonati e i bambini piccoli dormono bene, il loro cervello durante il sonno collega l’emisfero destro con quello sinistro ed è stato notato che l’intelligenza è correlata a emisferi cerebrali ben collegati.

Scegli SWITCH®️

L'unico materasso di cui avrà bisogno per crescere
brevettato

I disturbi del sonno nei bambini: facciamo chiarezza

Prima di tutto sfatiamo un mito: quando un bambino ha difficoltà a dormire, difficilmente ci troviamo davanti ad un “disturbo del sonno”.
Le ragioni per cui i bambini si svegliano di notte possono essere moltissime.
Il sonno infatti è il principale motivo per cui gli esperti vengono contattati, ma in realtà quando una mamma mi dice “il mio bambino non dorme” è spesso un po’ la punta dell’iceberg, oppure è un’interpretazione distorta di qualcosa di più generico.

L’allarme rispetto alla qualità del sonno del bambino per un genitore può derivare da:

  • aspettative irrealistiche che i genitori hanno rispetto alle ore di sonno dei bambini,
  • difficoltà nel modificare le proprie abitudini
  • ansia per il sonno interrotto dei nostri bambini, che diventa un “falso” campanello di allarme.

I risvegli notturni dei bambini

risvegli notturni sono fisiologici ad ogni età, ma in alcuni casi, quando sono troppo frequenti, possono nascondere delle condizioni che andrebbero indagate.
Può rivelarsi necessario individuare e modificare gli schemi che  portano a risvegli notturni più frequenti per il bambino, oppure che indirettamente influenzano il suo sonno perché semplicemente iniziano a non funzionare più per la mamma e il papà.

Se ad esempio una mamma si trova a cullare o allattare il bambino ogni sera per un’ora, occorre prima capire il perché di quel comportamento, in che fase dello sviluppo si trova il bambino e come si sente la mamma psicologicamente.
Potrebbe essere necessario mettere il bambino a dormire prima, oppure più tardi, alla sera, per garantire che sia stanco a sufficienza.

La fase preliminare, quindi, è quella di rivolgersi a chi sa darci un quadro dettagliato della situazione, magari con un occhio esterno e professionale; solo dopo si possono proporre delle strategie per ottimizzare il sonno, diverse per ogni diade mamma-bambino.
Non esistono metodi o abitudini che funzionano per tutti: solo quelle che funzionano per quella famiglia nello specifico e in quella particolare situazione.

Tabelle ore di sonno dei bambini: i dati scientifici

La National Sleep Foundation (NSF) riporta le seguenti raccomandazioni:

  • 14-17 ore/giorno di sonno dalla nascita a 3 mesi,
  • 12–15 ore/giorno di sonno da 4 a 11 mesi,
  • 11–14 ore/giorno di sonno per i bambini di età compresa tra 1 e 2 anni
  • 10-13 ore al giorno di sonno per i bambini di età compresa tra i 3 e 5 anni.

L’esperta del sonno infantile che ci accompagna all’interno del processo Switch specifica:
“Nella mia pratica quotidiana ho potuto notare che i bambini non si discostano molto da queste linee guida e ho creato una mini guida per le mamma e i papà scaricabile dal mio sito per avere un’idea anche della quantità di sonno diurno e notturno e quante ore possono rimanere svegli senza andare incontro alla deprivazione del sonno, che è una delle cause per cui il bambino ha difficoltà ad addormentarsi.”

la garanzia di un buon sonno per i bambini parte dagli adulti

È quindi fuori dubbio che il sonno dei bambini sia una variabile fondamentale per la loro crescita serena ed equilibrata.

Sebbene non possiamo aspettarci che un bambino in crescita abbia ritmi di sonno simili a quelli degli adulti, è importante che le condizioni esterne per riposare bene siano assicurate. E sono gli adulti a poterlo fare.

Affidati a esperti che possano aiutarti a scegliere le migliori soluzioni per tuo figlio.

Un materasso realizzato con materiali naturali e studiato per sostenerlo in ogni fase della sua vita, qualsiasi sia la sua altezza. Affidabile e certificato. Questo è il materasso SWITCH®️!
Scoprilo subito!

Questo articolo è stato scritto grazie alla collaborazione con...

Valentina Marco
Valentina Marco

Sono Valentina, consulente del sonno infantile: una specialista nel trattamento dei disturbi del sonno legati ai primi anni di vita, i quali coinvolgono, naturalmente, anche la qualità del sonno e il benessere dei genitori.

Sono italiana ma vivo a Vancouver BC, con mio marito Fabrizio e i miei due bambini, Noah ed Ari. Sono una persona molto solare, amo la vita e amo interagire con le persone per aiutarle a ritrovare la serenità perduta.
Mi trovate su babybuonanotte.com

Leggi anche...

Chi Siamo

Abbiamo dato vita al materasso per bambini SWITCH®️: il primo e ultimo
materasso di cui avrai bisogno per farli crescere.

Un materasso pensato e progettato per bambini, che li accompagnerà e sosterrà dai primi anni
fino a quando diventeranno ragazzi.

Dai loro primi sonni in solitaria alle loro avventure scolastiche: SWITCH®️ sarà con loro, ogni notte.

Contattaci